I commercianti del centro "salgono in cattedra" all'università - Varese News

13/03/2007 23:03

Il presidente del Comitato commercianti centro cittadino Rudy Collini "professore per un giorno" per gli studenti di Marketing e Strategia d'Impresa dell'Università degli Studi di Milano

immagine di separazione

Il Comitato commercianti del centro cittadino di Busto Arsizio sale in cattedra. Ieri mattina, all’Università degli Studi di Milano, il presidente Rudy Collini è stato invitato dal professor Luca Zanderighi (autore di un recente studio sulla realtà commerciale del centro di Busto), docente di marketing e strategia d’impresa, a tenere una lezione ai suoi studenti. Davanti a un’attenta platea composta da oltre 90 laureandi e alla delegazione dell’Associazione commercianti proveniente da Busto - in aula erano presenti, oltre al direttore dell’Ascom Ugo Inzaghi, il vice Francesco Dallo il consigliere Gianfranco Piran e il consigliere del Cccc, Gaetano Spinola - Collini ha spiegato il segreto del successo dell’associazione che riunisce i negozianti del nucleo storico di Busto e che, dal 1983 ad oggi, ha contribuito in maniera determinante a mantenere vivo e vivibile il cuore della città. 
E’ la prima volta che in un corso universitario alla Statale di Milano viene inserita una testimonianza di questo tipo, a mio avviso molto importante, di attualità e di elevato interesse per giovani che tra pochi mesi dovranno affrontare il mondo del lavoro”, ha commentato il professor Zanderighi nel presentare la lezione.
Da parte sua, Collini ha illustrato: “Ventiquattro anni fa un gruppo di 12 storici, intraprendenti commercianti del centro ha intuito che per affrontare al meglio le sfide future bisognava superare la logica ristretta della bottega, perché anche nel nostro settore l’unione fa la forza. Nel tempo la società è cambiata, la concorrenza della grande distribuzione è diventata agguerrita, ma il nostro Comitato ha superato di volta in volta le varie difficoltà grazie alla capacità di coniugare tradizione e innovazione, puntando sempre più sulla comunicazione, in collaborazione con le associazioni e le istituzioni locali, nei confronti delle quali cerchiamo di essere interlocutori attenti e disponibili al confronto”.
Appuntamenti come l’animazione dei giovedì sera estivi, con spettacoli in piazza e negozi aperti fino alle 23, le iniziative natalizie, dalle luminarie alle iniziative per i più piccoli, la distribuzione gratuita di polenta e bruscitti in occasione della Gioeubia e tanti altri eventi sono ormai diventati manifestazioni classiche per i cittadini di Busto e dintorni. “In questi anni abbiamo raggiunto tanti risultati grazie all’impegno di un direttivo formato soprattutto da giovani che mettono gratuitamente a disposizione il proprio tempo per la nostra città e al supporto dei 170 negozi associati. Certo, a volte qualche critica è inevitabile, ma l’importante è non farsi scoraggiare”, ha sottolineato Collini.
Quindi, stimolato dalle numerose domande degli studenti, il presidente ha annunciato: “In futuro, la nostra intenzione è di proseguire la positiva collaborazione con il Comune e Provincia, ma anche stringere un legame ancora più forte con l’Ascom. Siamo volentieri disponibili a offrire il nostro contributo per far sì che Comitati di commercianti come il nostro nascano in altri paesi limitrofi, com’è successo nel caso di Castellanza dove abbiamo illustrato la nostra esperienza, ma anche in altri rioni di Busto Arsizio. Oggi come nel 1983, siamo infatti convinti che per il bene del commercio e del nostro territorio sia fondamentale la collaborazione tra negozianti”. Alla conclusione della esauriente presentazione del Presidente del Comitato Commercianti Rudy Collini, il Prof. Luca Zanderighi nel coinvolgere la platea nel dibattito invita anche il direttore dell’ associazione commercianti di Busto Arsizio ad una breve riflessione sul tema in oggetto: il dott. Ugo Inzaghi nel ringraziare il Prof. Zanderighi per l’ opportunità concessa comunica agli studenti che l’ associazione commercianti favorisce ed incentiva l’aggregazione dei negozi di vicinato come i comitati di centro e/o di zona in quanto costituiscono un patrimonio importante della vita cittadina rendendo più viva e vissuta la città. Inoltre evidenzia il ruolo sociale del commercio tradizionale sottolineando che i negozi di vicinato, nei contesti urbani dei centri storici naturali rispetto ai centri commerciali pianificati della grande distribuzione, hanno una importante funzione sociale verso la collettività, garantendo per esempio con l’ illuminazione delle loro insegne vivibilità e sicurezza. E conclude precisando che se si spengono le luci dei negozi, qualcosa scompare per sempre e ogni insegna che si spegne è un pezzo di città che muore.

Back

Search site

Distretto del Commercio di Busto Arsizio - Varese - Lombardia - Italia © 2010-2016 Tutti i diritti riservati.

Distretto del Commercio di Busto Arsizio - Varese - Lombardia